Vivere in Australia

Vivere in Australia mi ha lasciato un sacco di ricordi e aneddoti che voglio raccontare e di posti bellissimi che ho visto, di cui non posso non parlare!

Australia.svg

Ho vissuto a Melbourne, Australia dove ho fatto un master in Traduzione e Interpretariato. E’ una gran bella città in cui vivere: molto verde, giovane, con un traffico umano, sicuramente molto più sicura di tanti altri posti e vivace.

I primi mesi per me e per G non sono stati facili: ambientarsi in un posto così simile, ma così diverso e così terribilmente lontano da casa non è un’impresa semplice. Anche trovare la casa si è verificato essere più impegnativo di quanto mi immaginassi: ne abbiamo cambiate 3 prima di trovare quella che davvero ci piaceva. Diciamo che il problema alla base è che gli Australiani non hanno un concetto di pulizia e di casa come lo abbiamo noi.

Dopo 4 mesi di peregrinazioni per svariate case l’abbiamo trovata e devo dire che di meglio non avremmo potuto. Abbiamo vissuto per quasi un anno nella zona di Melbourne che si chiama South Bank, su City Road. Li  ci sono tutti i grattacieli della città e di fronte avevamo l’Eureka Tower, che è il grattacielo più alto dell’emisfero australe. Vicino alla nostra via facevano il Gran Premio di formula uno, e il mattino, nell’hotel appena di fianco a casa, se eri fortunato potevi vedere gli omini della Ferrari che andavano al lavoro!!

Vivere in Australia è stata una di quelle esperienze che racconterò ai miei figli e nipoti :)

Bene…ovviamente intorno a Melbourne  ci sono un sacco di posti che offrono spunti interessanti per viaggi fuori porta.

  • Melbourne
    Il centro di Melbourne

Premetto che quando sono arrivata a Melbourne con l’aereo era buoi…dal finestrino vedevo solo l’immensità della notte nera e un puntino illuminato in questo deserto scuro, che era proprio Melbourne.

Questo per dire che intorno a Melbourne, come intorno a tutte le altre città australiane, non c’è niente che si possa considerare ‘abitato’, ma solo un sacco di meraviglie naturali da vedere. La città comunque offre spunti interessanti: ovvio che bisogna dimenticarsi delle città nella concezione italiana!

L’Australia è un paese molto giovane e ovviamente nelle città, Melbourne compresa, non ci sono molti edifici storici o in ogni caso meritevoli di nota se paragonati ai nostri!
L’unica cose veramente interessante che abbia visto è lo zoo della città dove ho avuto il mio primo incontro con un canguro!!!! Ma la cosa meravigliosa è che si metteva di fianco alle persone, in piedi, quasi in posa per farsi fare le foto! :)
E poi ho avuto l’onore di vedere un Dingo, un sacco di pappagalli e di farfalle, i koala, l’emu, i wombat e i pinguini sul molo di St Kilda!!!!

Dovete sapere che in Australia c’è una delle concentrazioni maggiori di animali letali come il red black che è un ragnetto microscopico che se ti punge ti uccide in brevissimo tempo; un tipo di medusa ‘Irukandji’ letale, la più velenosa al mondo pare, i cui dolori indotti sono forti come quelli del parto e che nemmeno 2 settimane di morfina riescono a placare; il pesce tappeto che se ti incontra in acqua ti fa le fusa, ma se lo calpesti per qualche motivo ti rilascia una scarica elettrica tale da abbrustolirti all’istante; gli squali e i coccodrilli… questi per citarne solo alcuni!

Però c’è un però: tutte quelle meraviglie naturali e quel ‘nulla’ che ci circondavano, mentre in un primo tempo mi eccitavano tantissimo, con il passare del tempo hanno finito per stancarmi. E in quel momento ho capito gli australiani e il loro modo di ragionare. Si, perché loro non girano molto per il loro paese, ma preferiscono andare all’estero dicendo ‘tanto qui non c’è nulla’ …anche se in realtà non è così!!!