Islanda

cartina islanda

La cartina dell’islanda

Ho deciso per prima cosa di allegare questa cartina dell’Islanda per dare subito un’idea del giro che la maggior parte dei turisti segue quando decide di vedere questa meravigliosa isola.

Quest’estate ho deciso che era ora di spingermi ancora più a nord e l’Islanda era una ovvia scelta per molteplici ragioni, anche se mi sarebbe molto piaciuto raggiungere anche la vicina groenlandia…ma per motivi di tempo ho dovuto rinunciare a questa stuzzicante idea! :(

Un grave imprevisto di salute mi ha costretta a prendermi una pausa lavorativa e a consolarmi con un viaggetto. All’inizio ero indecisa su dove andare…avevo bisogno di un luogo che fosse relativamente vicino, ma che allo stesso tempo non avevo mai visto. E la risposta si è presentata abbastanza facilmente: l’Islanda.

A differenza dei miei soliti viaggi, questa volta mi sono rivolta ad un’agenzia, che per il ‘modico’ prezzo di 1900 euro a persona ci ha venduto un pacchetto standard intorno all’Islanda che comprendeva il pernotto nei vari hotel dell’isola, il noleggio della macchina per una settimana e il volo. Per ripercorrere questo giro, la cartina dell’Islanda all’inizio della pagina è perfetta!

Noi abbiamo fatto scalo a Copenaghen in quanto il diretto Malpensa-Reykjavik era completo e così un veloce viaggetto di 4 ore si è trasformato in uno scalo e 11 ore di volo.

La domanda che mi hanno fatto tutti è stata: una settimana è sufficiente per vedere lIslanda? Si e no è la risposta corretta. Per me, che non sono un’amante delle escursioni è stata più che abbastanza…altra storia per gli amanti delle attività all’aria aperta.

Cosa vedere in Islanda?

Lungo tutto il perimetro delle coste dell’Islanda scorre la Hringhvegur, la strada principale numero 1 totalmente asfaltata. Salvo piccole eccezioni le attrattive principali, che non necessitano camminate impegnative, si trovano tutte dislocate lungo la strada.
Se invece si vuole fare un viaggio in Islanda più naturalistico e ‘avventuriero’ allora consiglio almeno 2 settimane.

Il giro standard fattibile in 7 giorni, ma meglio 10 è quello che parte da reykjavik per poi girare all’interno del circolo d’oro: Thingervill, Geyser e la cascata Gulfoss. .Le imperdibili tappe dopo sono le cascate di Skogarfoss, il meraviglioso lago di ghiaccio di Jokulsarlon, la meravigliosa cascata di Derttifoss, Husavik e la vicina Akureyri con la regione del Myvatn.

Quando andare in Islanda?

Ho una risposta scontata a una domanda altrettanto scontata: è meglio andare in Islanda in estate. Io ad agosto in Islanda ho trovato un tempo migliore a quello italiano…però in generale è un luogo freddo in cui d’inverno possono anche cadere 8 metri di neve. In generale io ho trovato temperature fra i 15 e i 20 gradi, spesso con sole pieno… ma vi assicuro che nella zona di Husavik e del Myvatn, dove il cielo era coperto e piovoso, ho davvero patito un freddo estremo.

Poi chiaramente dipende da cosa si vuole fare…se si vuole vedere l’aurora boreale, è in inverno che bisogna andare, ma la maggior parte dei turisti non è questa esperienza che cerca!

Torna all’homepage>>