Fushimi Inari Taisha Christchurch Pechino Shanghai Queenstown Bali Bali Prambanan Monte Bromo Grande Muraglia

Chi sono

Recently I came across a really interesting article where the author was pointing out the meaning of the word ‘wanderlust’, specificating that it does not come from english but from Dutch. ‘Wandern’ means ‘walking’ and ‘Lust’ that stands for ‘pleasure’… ‘pleasure in walking’. I have to admit that I hate walking, but I do love travelling and this web site, laurainviaggio.it, spreads not from my secret desire of walking, but from that of visiting the world.

If you are travel addicted, as I am, because you fell that undescrible itch of travelling, because you feel that anxiety of being that chase you or from the idea that only by keep on moving you could finally escape the world that surround you, this website is the right one for you.

Se siete come me dei maniaci del viaggio, spinti dall’irrefrenabile prurito di vedere il mondo, da quell’inquietudine dell’essere che vi insegue e dall’idea che muovendovi potete sfuggire e/o ‘bloccare’ il mondo che vi circonda allora questo sito fa per voi.

Quali sono i sintomi di questa irrequietudine? Scopriamoli insieme :)

1- In libreria vi dirigete sempre verso la sezione viaggi

2- Siete più aggiornati sul costo dei voli internazionali piuttosto che sul prezzi del supermercato.

3- Faticate a tenere un lavoro fisso per più di un anno, vorreste licenziarvi un giorno sì e l’altro anche.

4- Quando vedete la gente vestita di marca misurate i loro vestiti in termini di viaggio.

5-  I veri extraterrestri per voi sono quelli a cui non piace viaggiare.

6- Il vostro pensiero fisso è il prossimo viaggio.

7- Avete amici sparsi in tutto il mondo, che probabilmente non la rivedrete mai più.

8- Se state per più di qualche mese fermi siete attaccati dall’ ansia.

9- Amici e parenti vi guardano con un misto di compassione e ammirazione.

Vi riconoscete vero? Sappiate che non siete soli…e chissà, magari un giorno ci incontreremo su qualche treno…

Ancora una cosa prima di partire con me: ecco la poesia che meglio mi rappresenta e credo possa essere una ‘buona filosofia’ per questo sito.

Viandante, sono le tue impronte
il cammino e nulla più;
Viandante non c’è un cammino
la via si fa con l’andare…”

Camminando si fa il cammino
e girando indietro lo sguardo
si vede il sentiero che mai
si deve tornare a calpestare.

Viandante non c’è un cammino
ma solo scie nel mare …

Machado