Bordeaux

Bordeaux e i suoi vini

Purtroppo come al solito ho tirato lungo nel decidermi a scrivere di questo mini viaggetto, e ho quindi dimenticato la maggior parte dei dettagli della mia vacanza a Bordeaux e della sua splendida regione vinicola. Sono andata a fare questo giro a Bordeaux insieme a due delle mie ex compagne di viaggio in Indonesia e come previsto è andato tutto liscio e non ci sono stati problemi, come si dice, squadra che vince non si cambia! Sono partita totalmente ignara di dove stessi esattamente andando in Francia, ma poi mi sono documentata :)

La mia prima riflessione post viaggio è stata sicuramente che le cantine della zona vinicola di Bordeaux non sono certamente così belle come quelle che si trovano in Italia. Il primo giorno infatti siamo andati a fare un mini tour per una cantina abbastanza famosa a pochi chilometri dalla città… tralasciando la orribile sala che utilizzavano per i matrimoni, abbiamo visto le cantine dove conservano le botti di vino e i terreni dove coltivano le viti, però detto sinceramente non mi sembra nulla che non si possa vedere qui.

Bordeaux

A pranzo ci siamo fermati invece in un paesino di pescatori super carino di cui non ricordo assolutamente il nome dove c’erano tantissimi mini ristorantini e allevamenti di ostriche, prodotto tipico locale. E per rispettare la tradizione ho deciso di provare per la prima volta nella mia vista questi viscidi molluschi … e sorprendentemente … non mi sono dispiaciuti. Certo non ne mangerei a chili, ma un paio con un po’ di limone per me ci stanno.

Il pomeriggio, certo non aiutate dal brutto tempo trovato, siamo andate a visitare l’antico borgo di Saint Emilion che certamente merita di essere visto e credo che in una bella giornata di sole sia davvero molto bello sedersi a mangiare ammirando il tramonto sulle colline.

Il secondo giorno al mattino non potevamo dimenticarci della meravigliosa Dune du Pilat che anche se non è la duna più alta del mondo, è di gran lunga la duna più alta d’Europa lunga 2,7 km, larga 500 m e alta fino a 110 m. Qui infatti abbiamo visto un sacco di gente che si buttava con il deltaplano.

Il pomeriggio ci siamo messe a gironzolare per Bordeaux e devo dire che contrariamente a quanto mi aspettassi è una città molto carina. Eravamo vicinissime al centro e alla zona di bar e ristoranti, a 5 minuti dallo splendido Miroir d’eau la più grande piscina riflettente del mondo affacciata sulla Garonna e di fronte al Palazzo della Borsa. Proprio perché è una piscina riflettente è stato piacevole girarci la sera, anche se le facce che vedevamo appena uscite dalle zone più centrali non erano delle migliori. Così come era abbastanza grottesco il palazzo dove c’era la nostra camera. Niente da dire sull’appartamento in se, ma davvero il palazzo sembrava uno di quelli delle case popolari, ma non di quelle tenute decentemente, ma proprio lasciate al degrado con anche gente dubbia che ci abita. Qualche anno dopo sarebbero iniziati e i vari attentati da parte dell’Isis in Francia e devo dire che la cosa non mi stupisce per niente.

Io non ricordo cosa abbiamo visto in particolare se non la zona del porto, molto carina e ordinata e il centro, quindi non posso davvero dare particolari suggerimenti, ma Bordeaux merita davvero e la consiglio vivamente. Non perdetevi assolutamente il meraviglioso Grand Théâtre de Bordeaux, la Cattedrale in centro, Place de la Bourse, il Ponte di Pietra, la Basilica di San Michele, la Torre Pey Berland, la città del vino così come tantissime altre attrazioni che si possono incontrare semplicemente camminando!