Siviglia

Andalusia: Cordoba, Granada, Siviglia

Avrei voluto dedicare alla Spagna e all’Andalusia una pagina per città, ma la verità ancora una volta non ho abbastanza ricordi e foto per poter fare un resoconto veramente completo e interessante. Il mio giro in Andalusia in effetti risale a più di 10 anni fa e considero già un miracolo avere ancora le foto.

L’Andalusia per me avrà sempre un posto speciale nel cuore perché qui ho trovato una delle città che più mi ha colpita e impressionata seppur di sia restata per un solo giorno. Ma procediamo con ordine.

Sono partita come al solito da Milano e atterrando a Granada con una mia amica storica con cui in realtà ho avuto più di un problema, cosa che non mi aspettavo: è stata una vacanza a tratti estremamente pesante.

Cordoba Tarifa Siviglia Cordoba Cordoba Cordoba Granada Tarifa Cordoba Siviglia Cordoba Granada Granada Cordoba Granada Granada Granada Tarifa Siviglia Tarifa Siviglia Granada Cordoba Cordoba Siviglia Cordoba Siviglia Granada Siviglia Siviglia Granada Siviglia

Cosa ne penso di Granada?! È indubbiamente una bella città, ricca di storia e affascinante, ma non è la mia preferita. Dell’Andalusia sicuramente mi ricorderò il caldo attanagliante che ci toglieva il respiro, ed essendo Granada in una conca non è una città fresca. Sicuramente cosa non può mancare in una visita nella città è l’Alhambra, complesso palaziale andaluso durante la dominazione araba.

La seconda tappa in Andalusia, visitata fondamentalmente perché di strada, è stata Malaga… non ho particolari ricordi a riguardo ad eccezion fatta del fatto che è stata la prima città in cui in centro ho visto i tendaggi sospesi tra i palazzi per fornire un po’ di ombra nelle giornate torride.

La meta successiva in Andalusia non poteva che essere Tarifa, luogo per eccellenza di surfisti e della movida dei vacanzieri.  Io non so se avete mai provato a restare in spiaggia a Tarifa o a fare un giro sul bagnasciuga… siamo letteralmente finite in una bufera di vento e sabbia che ci ha reso impossibile goderci davvero il mare. La sera siamo stati come tutti nell’affollatissimo centro che pullulava di ragazzi pronti a fare baldoria.

La penultima tappa del nostro viaggio in Andalusia è stata la città che più mi è entrata nel cuore: Siviglia. Non ho davvero molto da raccontare perché avendo solo 1 giorno abbiamo preso un autobus di quelli che fanno un giro per la città e poi siamo tornati a vedere le cose che più ci sono piaciute. E in centro a Siviglia la cosa che più mi ha emozionata è stata la meravigliosa Piazza di Spagna. Ma non solo quello… la cosa che più mi è piaciuta sono stati i colori della città e dei palazzi. Dal giallo, all’arancio, al rosso… insomma uno spettacolo.

L’ultima tappa in Andalusia non è stata una città che mi ha particolarmente impressionato, ma la cui cattedrale è davvero unica al mondo: Cordoba. Si perché la cattedrale alterna uno stile cristiano a uno arabo che creso davvero non si possa vedere in nessun altro luogo.

E così con un po’ di tensione e un litigio finale è finito il nostro tour in pullman attraverso l’Andausia.