Grande Muraglia Bali Queenstown Fushimi Inari Taisha Monte Bromo Christchurch Bali Pechino Shanghai Prambanan

Chi sono

Recentemente mi sono imbattuta in un articolo molto divertente in cui si specificava il termine della parola Wanderlust, che derivata dal tedesco Wandern (camminare) e Lust (desiderio)… quindi il ‘piacere di camminare’. Ora …io odio camminare, davvero, ma amo viaggiare e questo sito, laurainviaggio.it, nasce non tanto dal mio inespresso desiderio di camminare, ma da quello di fare del viaggio il mio lavoro.

Se siete come me dei maniaci del viaggio, spinti dall’irrefrenabile prurito di vedere il mondo, da quell’inquietudine dell’essere che vi insegue e dall’idea che muovendovi potete sfuggire e/o ‘bloccare’ il mondo che vi circonda allora questo sito fa per voi.

Quali sono i sintomi di questa irrequietudine? Scopriamoli insieme :)

1- In libreria vi dirigete sempre verso la sezione viaggi

2- Siete più aggiornati sul costo dei voli internazionali piuttosto che sul prezzi del supermercato.

3- Quando vedete la gente vestita di marca misurate i loro vestiti in termini di viaggio.

4-  I veri extraterrestri per voi sono quelli a cui non piace viaggiare.

5- Il vostro pensiero fisso è il prossimo viaggio.

6- Avete amici sparsi in tutto il mondo, che probabilmente non la rivedrete mai più.

7- Se state per più di qualche mese fermi siete attaccati dall’ ansia.

8- Amici e parenti vi guardano con un misto di compassione e ammirazione.

Vi riconoscete vero? Sappiate che non siete soli…e chissà, magari un giorno ci incontreremo su qualche treno…

Ancora una cosa prima di partire con me: ecco la poesia che meglio mi rappresenta e credo possa essere una ‘buona filosofia’ per questo sito.

Viandante, sono le tue impronte
il cammino e nulla più;
Viandante non c’è un cammino
la via si fa con l’andare…”

Camminando si fa il cammino
e girando indietro lo sguardo
si vede il sentiero che mai
si deve tornare a calpestare.

Viandante non c’è un cammino
ma solo scie nel mare …

Machado